IL RISCATTO DELLE PERIFERIE : IL BANDO DA 500 MILIONI DI EURO PRENDE FORMA

Il bando da 500 milioni di euro per la riqualificazione urbana e la sicurezza delle periferie prende forma con due mesi di ritardo, si potrà partecipare solo con progetti definitivi e la priorità andrà ai progetti cantierabili e cofinanziati.

Nella bozza del bando viene inoltre evidenziato che, potranno partecipare solo le città metropolitane ed i comuni capoluoghi di provincia.

Gli interventi dovranno riguardare le aree urbane caratterizzate da situazioni di marginalità economica e sociale, degrado edilizio e carenza di servizi e non dovranno consumare altro suolo.

Ogni progetto potrà ricevere un finanziamento massimo di 18 milioni di euro.

I piani di lavoro potranno riguardare una o più delle seguenti categorie :

  • Progetti di miglioramento della qualità del decoro urbano;
  • Progetti di manutenzione, riuso e rifunzionalizzazione di aree pubbliche e di strutture esistenti per finalità d’interesse pubblico;
  • Progetti volti all’accrescimento della sicurezza territoriale;
  • Progetti per il potenziamento delle prestazioni e dei servizi di scala urbana;
  • Progetti per la mobilità sostenibile e l’adeguamento delle infrastrutture destinate a servizi sociali e culturali.

La valutazione dei progetti verrà effettuata stabilendo delle priorità alle quali verrà assegnato un punteggio. Secondo la bozza, ad esempio, verranno assegnati 25 punti ai progetti di tempestiva esecuzione, 20 punti per i progetti che terranno conto della fattibilità economica e finanziaria, 10 punti invece per i progetti in grado di innescare un processo di rivitalizzazione economica, sociale e culturale del contesto urbano di riferimento.

Se tutto dovesse essere confermato, entro il 31 maggio 2016 la Presidenza del Consiglio approverà i progetti da inserire nel programma.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *